L’abbraccio più forte

Con l’iniziativa “L’abbraccio più forte”, lanciata nel marzo 2020, Valerio Berruti si è impegnato a regalare un suo disegno a chiunque facesse una donazione di almeno 300 euro alla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus per fronteggiare l’emergenza Covid-19. 

I soggetti rappresentati, due bambini stretti in un abbraccio, sono diventati uno dei simboli della solidarietà durante la pandemia. Le donazioni sono giunte da tutta Italia e anche dall’estero coinvolgendo paesi quali: Spagna, Germania, Regno Unito, Svizzera, Stati Uniti, Giappone e Australia. 

L’iniziativa si è conclusa con la realizzazione di 768 disegni e un libro (edito da Gallucci editore) che hanno permesso di raccogliere oltre 260 mila euro per la causa benefica. Le opere realizzate per il progetto sono diventate i fotogrammi di un video che è ancora privo di colonna sonora.

Per richiamare l’attenzione sulla musica, settore trascurato in questo periodo di difficoltà, Valerio invita i musicisti di tutto il mondo a condividere un brano originale che accompagni la video animazione de “L’abbraccio più forte”, allargando idealisticamente il suo abbraccio al mondo delle arti performative e della composizione musicale.

Per partecipare basta postare il video dell’animazione accompagnato da un pezzo inedito sul proprio profilo Instagram taggando Valerio Berruti e inserendo gli hashtag #labbracciopiùforte #valerioberruti #hugs4music

Partecipa alla social call for music

Valerio Berruti è nato ad Alba nel 1977. L’artista utilizza l’antica tecnica dell’affresco, la scultura e la videoanimazione per creare immagini essenziali, ispirate al mondo sospeso dell’infanzia, il momento della vita in cui tutto deve ancora avvenire.

Nel 2009 è stato il più giovane partecipante alla 53a Biennale di Venezia dove ha presentato una video animazione, con la musica di Paolo Conte, composta da 600 disegni affrescati. Nel 2011 il suo video Kizuna, esposto al Pola Museum di Tokyo con la colonna sonora appositamente scritta da Ryuichi Sakamoto, è diventato un progetto benefico per la ricostruzione del Giappone dopo la devastazione dal terremoto. L’anno successivo è stato selezionato dal progetto internazionale Luci d’artista di Torino e ha realizzato un’opera permanente di land art alla Nirox Foundation di Johannesburg. 

Nel 2018 ha iniziato a lavorare al cortometraggio animato, coprodotto da Sky Arte, La giostra di Nina con la colonna sonora di Ludovico Einaudi. La grande giostra è stata esposta nell’autunno del 2018 nella Chiesa di San Domenico di Alba e nel 2019 al MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo mentre il cortometraggio, dopo l’anteprima assoluta alla Festa del Cinema di Roma, sta tuttora partecipando ai principali festival cinematografici internazionali. Il grande carosello “La giostra di Nina” al momento è in mostra nella Galleria Grande della Reggia di Venaria.

Il video della social call

Riproduci video

Guarda i video delle collaborazioni musicali